È sognante ed eterea la donna
della primavera estate 2020.

Avvolta in sovrapposizioni di tessuti,
che si tingono di colori pastello.
Il bianco, come colore della
Purezza e della leggerezza
si riporta dalle tendenze
Invernali a rinfrescare
anche l’arrivo della bella stagione.

La tendenza che emerge dalle passerelle milanesi?

L’iper-femminilità!
Mette in ombra tutto il resto.

La donna della primavera estate 2020
sulle passerelle milanesi
diventa delicata e seducente,
di quella seduzione timida e
tremendamente affascinante.

Gli abiti scivolano sulla pelle,
con i loro tessuti inafferrabili.
È un tripudio di chiffon e sete leggerissime,
accompagnate da stampe floreali.

Da Giorgio Armani a
Salvatore Ferragamo,
la moda sembra rincorrere
un'idea di semplice felicità.

Al raggiungimento del quale,
anche un semplice vestito può contribuire.

Una macro tendenza che
prova a leggere
al di là delle lunghezze delle gonne e
degli accessori must.

Una carica di energia aleggia
di collezione in collezione.
Un bellissimo segnale.
È vero, che la moda,
con preveggenza,
sa captare quel che si manifesta
poco dopo nella società,
si respira un’aria di nuovo ottimismo.

Una voglia, quasi un bisogno,
di gioia, un’esigenza di stare bene,
in modo semplice, immediato, istintivo,
senza complicazioni.

Disinvolta e spensierata voglia di sorrisi,
di infilarsi un vestito sopra il costume
e di farsi baciare dai raggi del tramonto.

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

I'm busy working on my blog posts. Watch this space!

Please reload

Post recenti

September 22, 2019

September 11, 2019

September 5, 2019